ARONA E L'ARCO DI PALMIRA, PASSING THROUGH, MOVING FORWARD

29 APR 2017

Attraversando il buio della distruzione si può passare oltre per rigenerarsi. E’ uno dei messaggi di «Passing through, moving forward» in programma in piazza San Graziano dal 29 aprile al 30 luglio. Si potrà davvero varcare l’Arco di Palmira, monumento simbolo della città siriana abbattuto nel 2015 dall’Isis, ma riprodotto in 3D dall’Institute for Digital Archeology (Ida) di Oxford. 

Dopo Londra, New York, Dubai e Firenze, la struttura in scala alta oltre cinque metri e realizzata dall’azienda Torart di Carrara arriverà ad Arona. L’inaugurazione sarà sabato 29 aprile alle 20,30 tra luci e musica. Prima la Nuova filarmonica aronese poi la cantautrice Matilde Mirotti e infine il tenore Giorgio Casciarri e il soprano Sara Cervasio diretti dal maestro Paolo Beretta. Alle 21 uno spettacolo di luci ideato dallo scenografo Sebastiano Romano: «Sarà un caleidoscopio di suggestioni sull’onda di colonne sonore tratte da film come il “Gladiatore”». 

Lo spettacolo di luci si ripeterà ogni sera fino al 30 luglio. A rotazione con brevi pause, per circa 15-20 minuti di show. L’installazione sorgerà nella piazza davanti al Museo archeologico intitolato a settembre a Khaled al-Asaad, lo studioso custode del sito storico di Palmira che fu ucciso dai jihadisti, ed è stata proprio la stagista del museo di Arona Olivia Neil-Jones, studentessa dell’istituto Fermi di Arona, ad avere l’idea di scrivere all’Ida. Nel museo verrà allestita una mostra di approfondimento (a ingresso gratuito) sull’arco di Palmira, le sue origini e gli sviluppi della tecnologia usata dall’Ida per la ricostruzione di opere distrutte. Fonte www.lastampa.it 

Piazza San Graziano è raggiungibile solamente a piedi, sia parcheggiando sul Lungo Lago Marconi, per chi proviene da Stresa, oppure parcheggiando nei parcheggi di Viale Repubblica per chi proviene da Milano o dalle uscite autostradali. 

 


« Torna indietro


Ristoranti Arona

Pizza & Fichi è uno dei ristoranti di Arona che propone una cucina di stampo regionale ma con la passione per le migliori culture culinarie di tutto il mondo. Il menù di pesce è pensato, infatti, per soddisfare la voglia di piatti sempre lontani dalla banalità e dalle ripetizioni dei ristoranti turistici delle città intorno al lago. La pizzeria, invece, soddisferà la voglia dei veri amanti della pizza cotta al forno a legna. Ubicato a pochi metri dalla sponda del Lago Maggiore, a pochi passi dal Parco della Rocca Borromea, Pizza & Fichi vi regalerà un panorama mozzafiato e un ambiente curato, elegante e giovanile allo stesso tempo.

top